Eventi 2019 della Fondazione Sorrento, il clou la mostra di Matisse

Si parte già ai primi di febbraio con la terza edizione della mostra “Sorrento in Arte” a cura dell’Associazione Pittori Sorrentini presieduta da Raffaele Iaccarino. La collettiva resterà aperta al pubblico dal 2 fino al 27 febbraio, con ingresso libero.

Nei giorni 2, 3 e 4 marzo si terrà, invece, la XVI edizione della “Mostra della Camelia”, curata come sempre dal Garden Club Penisola Sorrentina. Saranno esposte sia piante provenienti dai giardini della penisola sorrentina che camelie in vaso. L’ ultimo giorno sarà dedicato ai ragazzi delle scuole. Ingresso libero.

Dal 9 marzo fino al 6 aprile è la volta dell’antologica di pittura di Nico Taminto dal titolo “Nel segno dell’Uomo – A regola d’Arte”. Saranno esposte le opere realizzate in 50 anni di attività. Ingresso libero.

Dal 10 aprile all’1 maggio in mostra le eccellenza artigiane della penisola sorrentina nella manifestazione “Manu Factum”. Gli associati di PenisulArt porteranno ognuno un proprio pezzo per rappresentare tutte le sezioni : arte presepiale, liuteria, oreficeria, moda, ceramica, ceroplastica, intarsio, ebanisteria, metalli, arte povera, vetri artistici, fotografi, cucito, pittura, modellismo e sandali. Ingresso libero.

Dal 3 al 6 maggio una tre giorni dedicata a “L’Arte della tessitura e del ricamo”, rassegna curata dalla Cooperativa “La Sirena arl” presieduta da Carmela Scala, in collaborazione con l’Associazione “Il Punto Sorrento”. Ingresso libero.

Dall’11 maggio al 9 giugno è in programma la terza edizione del “SyArt Festival – Sorento Loves Art”, evento dedicato ad artisti provenienti da tutto il mondo che ha cadenza annuale e che ha visto nell’ultima edizione la partecipazione di 32 artisti rappresentanti 5 nazioni.

Si arriva così a quello che sarà l’evento culturale di maggior interesse in costiera sorrentina nel periodo estivo-autunnale. Dal 15 giugno al 17 ottobre, infatti, la sede della Fondazione Sorrento ospiterà la mostra “Henri Matisse – Il Maestro in scena”, che vedrà esposte nelle sale della splendida dimora del nuovo corso Italia, oltre 90 opere che ripercorrono i 35 anni di carriera del grande pittore francese. Attenzione particolare è rivolta all’impronta che l’artista diede al teatro ed alle creazioni ad effetto. L’ingresso è a pagamento.

Come di consueto l’ultima parte della programmazione sarà dedicata alla festa più magica dell’anno con “Natale in Villa Fiorentino”, con ricche novità tutte da vivere. Dal 1 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020.